HOME

 Newsletter


       


 Contatti





Acconsento al trattamento dei dati personali D.lgs. 196 30/6/03


 Esponi





Sfoglia


Acconsento al trattamento dei dati personali D.lgs. 196 30/6/03  




ART G.A.P. GALLERY
Modern & Contemporary Art
Via San Francesco a Ripa, 105/a
00153 - Roma - RM
Tel: 06.9360201
Fax: +391782742871
E-mail:
P. Iva 11254831008

Editoriale

09 febbraio 2020 | Editoriale

GENESI

ArtGAP è lieta di accogliere nei suoi spazi  GENESI, personale di Natalia Mancini a cura di Beatrice Luzi. 

Da sabato 15 a venerdì 21 febbraio 2020, negli spazi della galleria Art GAP sarà ospitata la mostra personale di Natalia Mancini, GENESI, a cura di Beatrice Luzi. La rassegna verrà inaugurata sabato 15 febbraio 2020 alle ore 18:30.

 

Come insegna la storia della pittura, la scelta di superare la rappresentazione del dato reale non è indolore. Nel voler conferire una speciale densità sintattica e semantica a ogni dettaglio formale (compositivo, segnico, cromatico), l’astrazione risponde a un’esigenza di sintesi estetica ed esistenziale senza compromessi. La scelta è ancor più coraggiosa quando avviene in solitaria, fuori dalle accademie e dai circoli ufficiali, alimentata soltanto dal talento, dalla sensibilità e dall’attitudine a far confluire nell’espressione artistica ogni spunto offerto dall’esperienza.

 

 Natalia Mancini è una pittrice affermata ma è anche una matematica, capace di riflettere, nelle sue visioni ascensionali, il rigore metodologico della ricerca di una misura dell’armonia. La mostra si propone di indagare questo processo attraverso le avventure cromatiche e avvolgenti di grandi tele e le delicate riflessioni pittoriche su piccolo formato. Dall’elaborazione di ardite architetture biomorfe, l’autrice approda a suggestivi vapori di luce-colore in cui il segno è contenuto e avvolto dall’atmosfera. Eppure, questo processo di smaterializzazione non è inesorabile, non rinuncia all’intervento gestuale, anzi, lo sublima, modulandolo con una tecnica sapiente. Scrive Henri Focillon: "Il gesto che crea esercita un'azione continua sulla vita interiore. La mano sottrae l'atto di toccare alla sua passività ricettiva, lo organizza per l'esperienza e per l'azione. Insegna all'uomo a dominare l'estensione, il peso, la densità, il numero. Nel creare un universo inedito, lascia ovunque la propria impronta".

Nella costante tensione tra esplosione creativa e misura dell’armonia, la pittura di Natalia Mancini narra un’inedita e personale genesi della forma, lasciando immaginare a noi la sua potenziale, inaspettata evoluzione.

La mostra rimarrà aperta fino a venerdì 21 febbraio 2020.

BL


sviluppo e realizzazione grafica a cura di Raffaele Verna