HOME

 Newsletter


       


 Contatti





Acconsento al trattamento dei dati personali D.lgs. 196 30/6/03


 Esponi





Sfoglia


Acconsento al trattamento dei dati personali D.lgs. 196 30/6/03  




ART G.A.P. GALLERY
Modern & Contemporary Art
Via San Francesco a Ripa, 105/a
00153 - Roma - RM
Tel: 06.9360201
Fax: +391782742871
E-mail:
P. Iva 11254831008

Editoriale

26 giugno 2017 | Editoriale

l'editoriale di Cecilia Paolini: Della differenza tra bellezza e arte...

Molto spesso il termine “bello” è utilizzato come sinonimo di “arte”, pur appartenendo a una categoria estetica sostanzialmente diversa. Soltanto incidentalmente, infatti, i due termini possono coesistere nella definizione di un manufatto, essendo la “bellezza” un concetto soggettivo, legato sostanzialmente a un hic et nunc imprescindibile, mentre “arte” implica la nozione di universale, quell’“astanza”, ossia fuori dal tempo e da un singolo luogo, di cui parlava Brandi.

 

Dunque, pur facendo parte del pensiero estetico, bellezza e arte rappresentano due categorie diverse e in un certo senso contrapposte, l’una soggettiva e sottoposta al cambiamento di percezione nel tempo, l’altra eterna e universale. Ma queste due categorie sono sempre state concepite come opposte?

 

Affido la risposta alle parole del cardinal Benedetto Pamphilj che nel 1706 scrisse un oratorio intitolato “Il Trionfo del Tempo e del Disinganno”, musicato da Handel: “Se la bellezza perde vaghezza, se cade o muore, non torna più…”


sviluppo e realizzazione grafica a cura di Raffaele Verna