HOME

 Newsletter


       


 Contatti





Acconsento al trattamento dei dati personali D.lgs. 196 30/6/03


 Esponi





Sfoglia


Acconsento al trattamento dei dati personali D.lgs. 196 30/6/03  




ART G.A.P. GALLERY
Modern & Contemporary Art
Via San Francesco a Ripa, 105/a
00153 - Roma - RM
Tel: 06.9360201
Fax: +391782742871
E-mail:
P. Iva 11254831008

Editoriale

14 giugno 2019 | Editoriale

LOGOS Angeli

ArtGAP è lieta di accogliere nei suoi spazi LOGOS Angeli, personale di Fabiola Mengoni con le musiche di Fabio Imbergamo a cura di Fabiola Mengoni e Fabio Imbergamo. 

Sabato 22 giugno 2019, presso la Galleria Art G.A.P. di Roma, verrà inaugurata la mostra dell’artista Fabiola Mengoni, LOGOS Angeli.

 

Nell’arte gli angeli sono stati rappresentati in modi diversi a seconda dell’epoca storica e del contesto culturale-religioso.

Logos Angeli rappresenta il tentativo di dare forma e voce agli angeli, facendoli calare nella dimensione terrena senza dimenticare le loro origini sovrannaturali. Ciò viene fatto tramite il disegno grafico e la musica, ben consapevoli che l’arte arriva là dove la razionalità non può accedere.

Gli angeli disegnati da Fabiola Mengoni e descritti dalle note di Fabio Imbergamo, sono esseri materiali e immateriali allo stesso tempo, che si manifestano con sembianze umane e operano a fianco delle persone.

L’angelo, in greco aggelos, in latino angelus, è un inviato di Dio che assiste gli esseri umani.

In tutte le tradizioni religiose e nella filosofia classica sono presenti entità e presenze che, in specifiche forme, si pongono al servizio prima del Creatore e poi degli uomini, facendo da tramite e da messaggeri. Esse proteggono, intervengono, stanno accanto alle persone che custodiscono, rispondono alle domande, mettono in contatto con il sovrannaturale. Saperli “vedere” e percepirne la presenza è da sempre uno dei maggiori desideri di chiunque.

Le musiche sono in parte tratte dal repertorio violinistico classico e in parte appositamente composte.

I titoli di ciascuna opera sono pensati come delle parole, delle frasi che gli angeli pronunciano. Talvolta uno sguardo, una semplice parola, è la giusta risposta ai nostri dubbi, alle nostre incertezze.

Le istallazioni su cui si collocano le opere grafiche sono studiate per far apparire le figure degli angeli come sospesi in aria, sottolineando la natura eterea di queste creature.

Fabiola Mengoni trae inspirazione dalle proprie emozioni, attingendo dalla profondità del proprio io. Gli angeli rappresentano, infatti, stati d’animo ben precisi: gioia, serenità, stupore, rabbia, inquietudine, dolore e comprensione; tutte quelle sfumature di emozioni che sono nel sentire quotidiano di ognuno di noi.

Fabio Imbergamo si è inizialmente lasciato ispirare dai disegni della Mengoni; poi si è riallacciato alla tradizione musicale di brani dedicati alle figure angeliche per trovare una propria ispirazione in forma di musiche originali da lui stesso composte ed eseguite al violino e live-electronics.

 

 

Fabiola Mengoni

Pittrice

 

Nasce a Perugia nel 1969 dove vive e lavora.

Frequenta l'istituto Statale d'Arte "Bernardino di Betto" a Perugia (sezione decorazione pittorica) dove, sotto l'insegnamento del prof. Arnaldo Blasetti, studia la tecnica dell'affresco.

Nel 1988 partecipa con un suo bozzetto al concorso nazionale di murales, a Nave (Lucca) aperto a tutti gli Istituti d'Arte d'Italia,      classificandosi al 2°posto.

Nel 1988 consegue la maturità artistica presso il suddetto Istituto.

Negli anni 1988-89 frequenta lo studio del maestro ceramista Romano Ranieri a Deruta, dove apprende la tecnica della pittura su ceramica (soprattutto lo studio della figura).

Negli anni successivi svolge attività lavorative presso alcuni laboratori di ceramiche a Deruta.

Nel 1999 apre un proprio studio d'arte, dove tutt'ora lavora.

Dal 2006 frequenta lo studio del Maestro Franco Venanti dove affina la tecnica della pittura ad olio.

Dal 2007 collabora con la professoressa Sandra Salucci al progetto “FUSIONE unico” (il pezzo unico creato dalla fusione tra l'oggetto d'epoca ed un intervento d'arte contemporanea).

Dal 2011 è assistente del Maestro Franco Venanti ai corsi di nudo e pittura all’Accademia “Pietro Vannucci di Perugia”.

Ideatrice ed animatrice, insieme a Sandra Salucci, del “Caffè        culturale” Officina della Bacca Scarlatta.

Nel 2016, realizza, insieme al violinista e compositore Fabio Imbergamo, il progetto “FORZA QUIETA”. L’opera nel suo insieme è costituita da sei dipinti ad olio su tela, di grandi dimensioni, e dalle        colonne sonore originali di Fabio Imbergamo, ispirate alle singole tele. Le opere simboleggiano le esperienze emotive che l’uomo vive ogni giorno e in ogni fase della propria esistenza.

Nel 2017 realizza su committenza due opere pittoriche per la cantoria dell’organo del 1654 nella Chiesa di Sant’Antonio Abate a         Perugia.

Nel suo studio è possibile visionare opere che spaziano dai paesaggi ai ritratti.

Fabiola Mengoni, via del Sottopassaggio n. 10; S.Martino in Campo;  Perugia - cell. 339 8501337

fabiolamengoni.fm@gmail.com

 

Fabio Imbergamo

Violinista e compositore

 

Diplomato e laureato presso il Conservatorio di Musica di Perugia in Violino e in Composizione Musicale Elettronica, ha in seguito conseguito il Diploma di Merito ai Corsi Internazionali di Musica da Camera dell’Accademia Musicale Pescarese.

Ha suonato con prestigiose Orchestre Sinfoniche come “I Filarmonici di Torino” e l’ “Orchestra Sinfonica dell’Umbria”, collaborando con direttori come Carlo Maria Giulini e Massimo Freccia, l’ultimo allievo di Arturo Toscanini.

Ha tenuto numerosi concerti in Italia e in Europa come solista e in duo col pianoforte, eseguendo spesso anche proprie composizioni che si sono classificate anche in prestigiosi Concorsi come il “Luigi Russolo Competition”.

Dal 1988 al 1992 è stato primo violino e solista del gruppo strumentale/vocale “Concentus Vocalis” esibendosi in numerosi concerti in tutta Italia.

Dal 2001 al 2012 ha collaborato ai progetti artistici dell’Istituto per lo Sviluppo Armonico “La Teca” tenendo concerti in Italia e Spagna, partecipando a importanti produzioni discografiche e componendo colonne sonore per cortometraggi.

Dal 2008 al 2010 è impegnato a rappresentare il suo ultimo spettacolo MUSICA DELL’INFINITO”, riguardante i pianeti del Sistema Solare e i Miti greci ad essi collegati. La rivista scientifica internazionale “Planetarian” ha recensito questo spettacolo come esempio di performance in cui “la musica veseguita dal vivo, le immagini e la recitazione trasportano lo spettatore in una dimensione fatta di spazio, suoni e corpi celesti”.

Nel 2011 esce il suo CD antologico “Pensieri d’amore” che racchiude in un unico lavoro discografico i suoi migliori brani degli ultimi anni, alcuni inediti, altri riarrangiati in forma sinfonica in cui il violino e il pianoforte espongono i principali temi musicali.

Dal 2013 al 2016 è stato docente di Violino presso il Liceo Musicale “Antonio Stradivari” di Cremona.

Attualmente si dedica alla creazione e diffusione dei propri progetti artistici.

Per contatti: fabioimbergamo@gmail.com

 

La mostra rimarrà aperta fino al 4 luglio.


sviluppo e realizzazione grafica a cura di Raffaele Verna